Geosocial Networking

Geosocial Networking in parole povere: più la tecnologia si fa portatile, più si fa ricca la scelta di network da utilizzare con smartphone e supporti web portatili.
Così non fa strano vedere social network basati sulla presenza geografica sul territorio. Strumenti per farsi trovare nella propria città, per giocare, per incontrarsi con gli amici, per scoprire le location delle feste o dei locali più trendy, ma soprattutto ottimi strumenti di web marketing.
È il caso di social networks come Foursquare o Mobnotes, integrazioni fra un sistema di localizzazione GPS e un social network, per far sapere a tutto il mondo dove siamo, dove ci stiamo recando magari per andare a bere un drink all’inaugurazione di una mostra, o al concerto dei Sonic Youth dove troveremo sicuramente qualcuno della nostra community con cui condividere l’evento.
Parlavamo anche di una condizione ludica, tangibile soprattutto in Foursquare.

Foursquare funziona esattamente come dicevamo in precedenza, localizzazione più la possibilità di farsi localizzare e aggiornare il proprio status su Facebook o Twitter.

Tutto con la formula del check-in che ci permette di accumulare punti che faranno vincere badge di vario tipo. Più check-in in un posto specifico si effettuano più alta è la possibilità di diventare mayor di quel posto partecipando così ad una classifica comparativa con la propria community.
Uno strumento simile ha molto da dire nel settore del web marketing, già diversi marchi multinazionali e di notevoli dimensioni vi si sono buttati a capofitto.
Qualche nome:
•    Starbucks sfrutta Foursquare dando il badge barista dopo 5 check in nei propri punti vendita e pare abbia in mente anche promozioni o inviti ad eventi.
•    Simpatica anche l’iniziativa di History Channel che con il lancio della serie America, The History, pare voglia regalare attraverso il proprio profilo contenuti speciali a chi farà un check-in in particolari zone del Paese.
•    Pepsi ha integrato il sistema di geolocalizzazione per il lancio di una nuova bevanda: Pepsi Loot.
•    Jimmi Choo ha creato una vera e propria caccia al tesoro con tanto di vincita di sneakers per giocatori più sagaci.

Sono numerosi i modi di utilizzo di questo geosocial network che stanno prendendo piede negli Stati Uniti e che puntano alla fidelizzazione della clientela attraverso una esposizione al marchio e la creazione di una esperienza d’acquisto molto piacevole.
Dal Social Media Marketing al Geosocial Networking Marketing.

Con Mobnotes, invece, si può riempire la propria città, o la città in cui si è in vacanza, di post-it, informazioni, bigliettini in maniera tale da distribuire punti di riferimento consultabili dalla tua community in ogni momento.

Mobnotes può diventare anche un ottimo strumento di Social Web Marketing con consigli per locali, ristoranti, negozi, mostre o qualsiasi cosa vi venga in mente ben pubblicato sulla cartina della vostra community.

Scriverai recensioni abbastanza convincenti e diventerai abbastanza autorevole per essere seguito da un buon numero di persone che ascolteranno i tuoi consigli?

Il marketing virale sta prendendo una nuova piega e il protagonista è proprio lo Smartphone. GPS + Social Network = Geosocial Networking e insieme ad una web agency con una esperienza importante nel web marketing, l’innovazione per la tua azienda è già online.

Costruiamo qualcosa di grande insieme