Michela cos’è la Gigasweb per te?

La mia esperienza in Gigasweb comincia più di 2 anni fa, quando mi sono trovata di fronte alla scelta obbligata (la famosa crisi…) di dover lasciare il mio lavoro e i miei colleghi. Mi sono fatta forza, mi sono guardata in giro e dopo 5 ore dall’invio del CV avevo già un colloquio fissato in agenzia.

Mi sono sentita subito ben accettata, anche se inizialmente un po’ intimorita da tutti questi termini nuovi che, per una che viene dalla pubblicità e dalla carta stampata sembravano arabo: seo, sem, ppc, analytics, padding, float etc…ma ho imparato tanto sul mondo del web in questi anni, e lo devo anche alla pazienza dei miei colleghi che ogni giorno mi hanno trasmesso un po’ di conoscenza!

Posso dire di essere una veterana del G-Team perché quando sono arrivata eravamo in 4 persone, agenzia piccola ma viva, e ho deciso di darle fiducia, ho creduto nel progetto ed eccoci qui, dopo 2 anni siamo 8 persone (un numero in continua crescita), abbiamo un ufficio nuovo e finalmente degno di una web agency. Quest’anno inoltre abbiamo festeggiato i 10 anni dell’agenzia ed è una soddisfazione visto il triste periodo storico. Sono veramente entusiasta del team che si è creato, si va oltre l’essere colleghi, sono nate amicizie sincere e questo è fondamentale in un ambiente di lavoro, considerando che si trascorre gran parte della giornata in ufficio!

Gigasweb è una bella realtà fatta di persone fantastiche, tanto lavoro e soddisfazioni personali. Qualcuno, leggendo i nostri articoli, penserà che stiamo un po’ gonfiando la realtà, infatti è chiaro che ci sono anche discussioni e incomprensioni; la cosa fondamentale però, che Alessandro ci ripete dal primo giorno, è il confronto continuo: solo così si superano gli ostacoli e con un po’ di impegno da entrambe le parti si risolve tutto.

Il mio ruolo, Art Director, ha il compito di dare un’immagine allo stile dell’agenzia, e aiuta il team nel lavoro finale: dare un’identità e una riconoscibilità di un brand nell’universo del web. È una grande responsabilità, e sono molto attenta che il lavoro sia sempre fatto bene e che rispecchi anche le esigenze del cliente. Da quello più piccolo alla grande azienda, ogni lavoro passa comunque sotto la supervisione del CEO, Alessandro, e degli account, per essere sicuri che il risultato finale sia efficace dal punto di vista grafico, di usabilità e di comunicazione.

Amo il documento bianco su photoshop impostato a 980 px di larghezza e a 72 dpi prima di cominciare. Certo, il foglio bianco spesso incute timore e senso di vuoto, ma è proprio in quel momento che nasce lo spunto creativo e quando, a fine progetto, leggo la mail dell’account che si complimenta perché la proposta è piaciuta al cliente, faccio un sorriso, respiro, metto su una canzone dance anni ’80 e comincio un mini ballo liberatorio.

Poi abbasso la musica, mi siedo, e riapro quel documento bianco a 980 px e 72 dpi per ricominciare un altro entusiasmante progetto…

Costruiamo qualcosa di grande insieme