Road To Creativity a Roma con Stefan Sagmeister: il lavoro come challenge verso la felicità

Il 26 giugno al teatro Olimpico è andato in scena Road To Creativity, un evento pubblico organizzato dalla RUFA – Rome University of Fine Arts interamente costruito sulla figura di Stefan Sagmeister, celebre artista e designer autore di alcune tra le più importanti campagne di comunicazione visual degli ultimi vent’anni, al quale Gigasweb ha partecipato con attenzione e curiosità, consapevole del pregio di tale partecipazione.

Per chi non lo conoscesse, Sagmeister è una vera e propria leggenda vivente del visual design: cofondatore di Sagmeister & Walsh, è famoso e stimato per il suo stile capace di fondere graphic design e arte. Da un personaggio di tale calibro ci si sarebbe aspettata forse una lectio magistralis sulle teorie e tecniche più avanzate del design contemporaneo, una selezione di lavori e case history da condividere e mostrare come modello ad un pubblico desideroso di conoscere e crescere. È proprio in questo invece che il designer, mente geniale e creativa in ogni sua forma, ha piacevolmente spiazzato il pubblico.

Stefan Sagmeister ha scelto cioè di lanciarsi in uno speech interlocutorio capace di raccontare e, contemporaneamente, di invitare alla riflessione su tematiche umane e di riflesso legate al mondo del lavoro e dell’approccio nella creazione di contenuti professionali.

Un monologo sullimportanza della felicità; un discorso ad alto tasso di inspiration col quale Sagmeister ha raccontato come, attraverso l’analisi delle sue esperienze, abbia compreso quanto la ricerca della felicità influenzi il nostro quotidiano e il rapporto con la creatività. Un pubblico assolutamente attento, complice e disposto a ricevere, mediante interessanti spunti dialettico-retorici e suggestioni grafico-visuali, veri e propri consigli sull’approccio alla vita.

Un momento di riflessione collettiva e condivisa nel quale Sagmeister ha chiesto al pubblico di ragionare insieme sulle dinamiche e gli istinti alla base di alcune nostre azioni quotidiane, e con un discorso ad alto tasso di empatia e “connection” ha voluto indurlo il pubblico a soffermarsi sulla distinzione, necessaria, tra Design e Arte. Diversificati negli scopi (funzionale quello che muove il Design, estetico-etico quello legato all’Arte), i due ambiti sono però attraversati da uno spazio comunicativo comune che consente di comprendere quanto, nella fase iniziale e creativa del lavoro, possa essere più funzionale un’attitudine flessibile, laddove riuscendo a mantenere elasticità, adattandosi ad ogni nuova situazione incombente, il prodotto del nostro lavoro necessariamente potrà essere più arioso, più leggero, più dinamico e, infine, più artistico.

Al termine dello speech Sagmeister ha voluto lasciare la platea con un ultimo consiglio: “Ogni sera prendetevi 5 minuti e scrivete almeno tre cose positive della giornata”. Un modo positivo e stimolante per congedarsi da un pubblico che anziché assistere passivamente è potuto tornare a casa ricco di motivazione, spinta e possibilità.

Un momento di gratificazione per Gigasweb, la cui filosofia è in linea con le riflessioni condivise dal designer: da sempre orientata alla valorizzazione del benessere e dellarmonia tra i membri del suo team e per ciascun individuo come base di qualsiasi attività lavorativa, la web agency sa che solo solo là dove alberga la serenità e la passione chiunque riesca a produrre, e a produrre bene.

Costruiamo qualcosa di grande insieme