Sviluppiamo per iPad: Libri Digitali, la rivoluzione dell’editoria

Il potere dell’iPad si formalizza anche nel rilancio che sta effettuando la Apple in un mercato che sembrava andare verso la stagnazione, quello dell’editoria.
Quella del trasporto dei libri su supporti digitali è stata una innovazione già molti anni fa, ma non ha mai convinto fino in fondo a causa della difficoltà di lettura sui supporti digitali fino a poco tempo fa esclusivi per la diffusione di prodotti editoriali digitali.
Ora però i supporti sono cambiati, non più solamente computer desktop e portatili, che avevano dalla loro parte i lati negativi della scarsa trasportabilità dello strumento e dalla difficoltà di lettura su monitor eccessivamente luminosi e alla lunga fastidiosi per la vista.
In seguito è giunto sul mercato l’ebook, il più diffuso dei quali è Kindle del colosso americano Amazon, dispositivo costruito esattamente per la diffusione di libri digitali. Semplice da usare, minimale e pulito ma soprattutto ideale per la lettura rilassante come sulle pagine di un libro. Possibilità, inoltre, di acquisto telematico di migliaia di libri digitali con portali dedicati, dei veri e propri bookshop online, raggiungibili grazie alla rete 3g.
Kindle è stato un vero e proprio pioniere del mercato, ma ha avuto poco appeal con il pubblico, vista la sua estetica poco attraente con le sue pagine bianche e l’assenza del Multitouch e il poco spazio dedicato ai ghirigori della tecnologia, proprio come se fosse un  libro vero.
Sul mercato in seguito sono arrivati supporti più accattivanti fino all’iPad il più trendy. Definire l’iPad solamente un ebook reader è di certo sminuente, ma il tablet della Apple è sicuramente nato anche per dare una ulteriore spinta alla diffusione di libri su supporti digitali. Il suo monitor, parte centrale della sua struttura, è brillante ed eccezionale ma non stanca agli occhi e la possibilità di girare pagina come se fosse un libro vero è l’elemento che mancava agli ebook reader della generazione precedente.

I libri, poi, si possono acquistare direttamente dall’intuitiva applicazione di casa Apple, iBooks, con migliaia di titoli che faranno bella mostra nello scaffale dell’applicazione.
Il passo successivo sarà digitalizzare i libri per essere diffusi attraverso le piattaforme web più comuni, per essere presenti per tempo su un mercato che non subiva una rivoluzione simile da quando, agli sgoccioli del Medioevo, Johann Gutenberg stampava la “Bibbia a 42 Linee” con il suo Torchio da Stampa.
Affidarsi ad una Web Agency per digitalizzare le proprie pubblicazioni è un passaggio essenziale per le case editrici che potranno così mettere in vendita i propri prodotti attraverso strumenti che garantiscono la massima diffusione con una spesa notevolmente inferiore. La scomparsa del supporto cartaceo influisce notevolmente sul prezzo.
Oltre a digitalizzare supporti tipografici già esistenti, c’è anche la possibilità di costruire libri direttamente con una struttura adatta per la multimedialità del mezzo, con link, contenuti extra e multimediali. Questi supporti si chiamano enhanced books e si prospettano come l’evoluzione definitiva dell’editoria digitale.
Le soluzioni per entrare nel futuro dell’editoria digitali sono numerose e la digitalizzazione è sicuramente indispensabile in un mondo in cui le alternative non sono mai state molteplici come in questo momento.
Essere presenti con più offerte possibili, dalle applicazioni per iPad alla digitalizzazione di libri per ebook reader è indispensabile per la nuova frontiera del web.
Gigasweb web agency potrà aiutarti in questo.

Costruiamo qualcosa di grande insieme