Identikit del supershopper: chi compra online i regali di Natale?

C’è una speciale categoria di utenti che interessano molto a chiunque venda online, specie in questo periodo prenatalizio in cui la corsa ai regali comincia il suo corso imperterrito. Si chiamano Supershoppers e in questo articolo impareremo a conoscerli.

Google e i regali di Natale

Cominciamo con una prima analisi dei trend di ricerca di Google che ci aiutano a identificare il periodo caldo dei regali natalizi, durante il quale è importante prevedere specifiche azioni promozionali volte a incrementare le vendite.

Dal grafico che segue, tratto da Google Trend, possiamo vedere che l’interesse comincia a crescere già da metà novembre, il picco massimo c’è tra il 13 e il 19 dicembre, per poi scendere rapidamente fino alla fine dell’anno.

trend regali natale google

Chi è il supershopper

Fino a qualche anno fa conoscere i trend sui brand, i prodotti di tendenza e le offerte del momento richiedeva un certosino lavoro di ricerca di informazioni tra amici, conoscenti, colleghi, riviste e giornali. Oggi internet ci ha dato accesso a un mondo pressoché infinito di notizie e informazioni, che ci consentono di trovare il prodotto ideale al prezzo migliore digitando poche parole sul motore di ricerca.

Queste innovazioni hanno dato vita al supershopper, l’utente mobile esperto, aperto a conoscere nuovi prodotti e marchi. Costantemente alla ricerca del meglio in termini di qualità e prezzo. I supershopper sono anche quelli che, anche dopo le follie del Natale, continuano ad acquistare e sempre online. Internet è il loro negozio preferito e amano trascorrere molto tempo tra i suoi scaffali.

Propenso a conoscere nuovi mondi

Il supershopper ha sicuramente dei marchi che ama di più, ma questo non gli impedisce di rimanere aperto verso le novità: nuovi brand, nuovi prodotti, nuove offerte. Si lascia trasportare dalla ricerca su Google per farsi nuove idee. Per ciò che riguarda gli acquisti in negozi fisici, invece, è molto tradizionalista: il 75% si rivolge agli stessi rivenditori.

Per ciò che riguarda l’online in generale, il mobile in particolare, il supershopper cambia la propria opinione nel 76% dei casi dopo aver effettuato una ricerca.

Il mobile è il suo Guru

Se nel periodo natalizio fissare le vetrine natalizie è diventato uno sport di pazienza e resistenza, oltre che una tradizione a cui ben pochi rinunciano, il supershopper si affida prima al proprio smartphone. Il 64% degli acquirenti mobile fa una ricerca dal telefono prima di andare in un negozio e il 50% ha scoperto un nuovo prodotto o un nuovo rand proprio mentre svolgeva questo genere di ricerche.

Il meglio sì, ma non sempre al meno

Negli ultimi mesi è stata sempre più grande l’attenzione degli utenti verso la ricerca di prodotti di qualità. Negli ultimi anni, per ciò che concerne i regali natalizi, le ricerche per “best gift” sono aumentate del 70%, mentre quelle per “regalo economico” hanno avuto una crescita del solo 35%.

I superhsopper, però, fanno un passo in più e cercano il regalo di qualità, ma anche personalizzato, unico, cool. Le ricerche correlate a questi termini hanno avuto impennate notevoli, accompagnate dalla crescita del tempo speso su YouTube a visualizzare le video recensioni dei prodotti. Un’importante indicazione di quanto sia importante la qualità e le caratteristiche del regalo, più del suo prezzo.

Lo smartphone è la porta del negozio

Seppure siano sempre di più gli utenti che cercano e completano l’acquisto da mobile, lo smartphone è e rimane principalmente la “porta” del negozio fisico. Il 76% delle ricerche mobile geolocalizzate porta a una visita al negozio il giorno stesso e il 28% delle stesse ricerche porta a un acquisto.

Il supershopper ha aspettative più alte rispetto a un utente meno esperto, si aspetta continuità nel tipo di esperienza. Nei punti vendita vuole trovare informazioni esaustive, la segnalazione di offerte speciali e prodotti correlati e anche la possibilità di individuare la posizione in negozio dei prodotti di interesse direttamente dal proprio smartphone.

I rappresentanti del Natale

I supershopper sono i perfetti rappresentanti degli acquisti natalizi, sin da quando parte la stagione. I tassi di conversione degli acquisti mobile aumentano del 30% in occasione del Black Friday e del 50% il Cyber Monday rispetto a quanto registrato il 1° novembre. Da tali date, che cadono alla fine di novembre, c’è una crescita costante fino alla metà di dicembre.

3 web marketing trend per lo shopping natalizio

Ora che abbiamo individuato i principali tratti del superhsopper, vediamo come intercettarlo seguendo i trend di acquisto che caratterizzano il Natale 2016.

#1 – Video marketing

La scelta dei regali di Natale rende tutti molto incerti, circa il 70% degli utenti è fortemente indeciso, per cui effettua delle ricerche per acquisire informazioni che gli consentano di prendere una decisione ponderata. Tradizionalmente si guardavano le vetrine dei negozi, più recentemente si sfogliavano i cataloghi online, oggi a farla da padrone sono i video.

Su YouTube le guide alla scelta dei regali sono molto popolari, con dei veri e propri tutorial che guidano alla scelta dei regali di Natale, suggerendo gli acquisti da fare, le fasce di prezzo e molte altre informazioni che possono guidare l’acquirente. Il 70% di questi video viene guardato dal cellulare, dato che ci può far intuire che successivamente la ricerca degli oggetti da comprare avverrà con lo stesso device.

#2 – Ricerche sul “meglio”

Il problema che deriva dalla possibilità di reperire moltissime informazioni è la difficoltà a filtrarle adeguatamente. Per restringere la ricerca molto spesso alle query di ricerca vengono aggiunti aggettivi come “migliore”: la migliore sciarpa, la migliore borsa da lavoro, la migliore cravatta, i regali migliori per lui/lei… La diretta conseguenza è una sempre maggiore attenzione alle recensioni, che possono fornirci più indicazioni circa la corrispondenza con tale aggettivazione. Le opinioni degli altri utenti ci aiutano a capire perché un oggetto è migliore dell’altro e soprattutto a individuarne le caratteristiche che sono di reale interesse per la nostra ricerca.

#3 – Il mobile non è un’opzione

Per quanto gli acquisti da mobile siano in crescita, moltissimi acquisti avvengono nel negozio fisico, ma questo non significa che tutto ciò che è online possa essere in qualche modo sottovalutato.

L’acquisto vero e proprio è sempre preceduto da una serie di fasi, tante delle quali prevedono l’utilizzo di un dispositivo mobile, che spessissimo viene utilizzato anche nel punto vendita per reperire informazioni, per fare confronti e anche per verificare la reale convenienza del prezzo.

Impossibile sottovalutare questa tendenza sempre più prepotente se davvero vogliamo vendere, online o in negozio, nel periodo natalizio.

Scrivi al G-Team per strutturare la tua strategia di vendita online

Costruiamo qualcosa di grande insieme